Inadeguatezza

Ora ho capito cos’è quella cosa che in questi giorni mi faceva sentire un peso dentro.

E’ un senso di inadeguatezza.

Dovuto sicuramente al fatto che chi avrebbe dovuto chiamare non si è fatto sentire.

E io che sono emotiva al massimo, poi, me la prendo.

Perché se non vado bene neanche a pulire le scale di un condominio (poi ci avessi provato almeno) allora che lavoro dovrei fare?

L’Italia è un Paese sbagliato.

Ha leggi sbagliate.

E va avanti solo chi ha conoscenze oppure chi è corrotto fino ai capelli.

E le brave persone che per motivi svariati (e non essere pagati per ben 7 mesi è un motivo valido per decidere di cambiare lavoro!) sono disoccupati si attaccano al tram.

Inizio a capire anche chi non ce la fa più e si toglie la vita perché non trova lavoro.

Non arriverò a gesti simili, credo che due persone in famiglia bastano e avanzano, e poi ho persone e cose troppo belle nella mia vita per non vederle più, sono quelle che mi danno la forza di andare avanti nonostante tutti i fallimenti accumulati.

Però, nonostante sappia benissimo che suicidarsi non sia la soluzione, capisco chi fa questo gesto.

Se hai più di trent’anni per te non ci sono possibilità, devi arrangiarti come puoi.

E non c’è cosa che ti faccia sentire più inadeguata.

15 pensieri riguardo “Inadeguatezza

  1. Non sei inadeguata ma è il mindo inadatto a te e a tutte quelle persone oneste che non si svendono, non scendono a miserabili compromessi…..arrivera’ la chiamata….stai serena😁😚

    Liked by 1 persona

  2. Non c’è niente che valga il suicidio. Il lavoro prima o poi arriva, è se non dovesse arrivare, nessuno muore di fame. Ricorda che la vita è un dono meraviglioso, i tempi duri passano. Come te ce ne sono tante. Mia figlia è un architetto, ha lavorato in uno studio di architettura per quattro anni, non è stata retribuita. adesso anche lei cerca lavoro come vedi non sei l’unica. Devi solo avere pazienza! Un abbraccio e buona serata 🙂

    Liked by 1 persona

  3. dato che mi leggi sempre saprai cosa penso del mondo attuale …
    è lui che è ormai inadeguato per le persone normali,
    ma è l’unico su cui possiamo stare;
    dobbiamo lottare per cercare di migliorarlo
    nei limiti delle nostre forze …
    non perdere la speranza e non dargliela vinta sono già una piccola vittoria …
    ciao 🙂

    Mi piace

  4. Una volta ho sentito dire, con un certo astio, che i napoletani sono un popolo che si arrangia anche nelle peggiori situazioni. Il motivo di tanto astio non so se fosse pura invidia per delle persone che appunto non avendo alcuna possibilità escogitano ( usando una certa creatività) mille modi per campare e tirare avanti. Io credo quindi che ci sia sempre un modo, una via, una strategia per continuare, ma spesso chi si trova in certe situazioni e capisce che non ce la fa da solo non cerca aiuto. Ecco, questo non si deve fare mai, cioè non chiedere aiuto. Se si riesce a superare una situazione con le proprie forze, ok, ma non c’è niente di male a chiedere aiuto agli altri anche, piuttosto che darsi per vinti e finire con gesti estremi. Anch’io capisco certi gesti però credo che siano la conseguenza di disturbi che già erano presenti e che poi sono venuti a galla con una situazione negativa.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...