Ci sono…

… Giorni che vanno e altri che non se ne parla proprio…

Oggi, ahimè, vale la seconda ipotesi.

Non so se è perché a forza di sentirmi chiedere come va e cosa è successo alla fine, invece di farmene una ragione, le cose peggiorano.

Perché ricordare mi fa male…

Magari se nessuno chiedesse io andrei avanti per la mia strada senza pensarci.

Non sarebbe facile, ma almeno non vivrei con il magone in gola che tenta di uscire.

Ma non posso pretendere che l’argomento non venga mai toccato.

Al forno ce la stanno mettendo tutta e io non posso che essere contenta della voglia di fare…

Io dalla mia continuo a lavorare come prima (o forse più di prima)…

Ma la mancanza si sente…

Credo sia normale, in fondo lavoro nello stesso posto dove lo vedevo ogni giorno… Sotto il suo appartamento e ogni volta che sento aprirsi o chiudersi quella porta mi viene un colpo al cuore.

Io sono lenta ad accettare i cambiamenti, e con questo sto facendo più fatica del solito.

Io vorrei che da domani nessuno chiedesse più niente…

Non è che da un giorno all’altro qualcosa cambia…

La suonata è sempre quella…

Io sono lì, con gente “nuova” e dovrò farmici l’abitudine.

Non sarà più la stessa cosa, ma le cose non si possono cambiare e sarà meglio che mi do una mossa per accettarle…

Sono solo quattro giorni che lavoro in questa nuova situazione…

Magari da settimana prossima tornerò a cantare come ho sempre fatto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...