Cuore primitivo – Andrea De Carlo

Leggo il libri di Andrea De Carlo da anni ormai, e a parte Villa Metaphora, che devo ancora finirlo, li ho letti tutti.

Gli ultimi però non mi hanno coinvolto tanto come i primi scritti…

Forse troppe domande, forse una scrittura in alcuni capitoli troppo complicata…

Insomma, non mi hanno preso come Uto, per esempio…

Nonostante questo non li cestinerei comunque…

L’ultimo che ho letto è stato Cuore primitivo…

A voi la trama…

Trama

Mara Abbiati, scultrice di grandi gatti in pietra, e suo marito Craig Nolan, famoso antropologo inglese, hanno una piccola casa di vacanza a Canciale, paesino ligure arrampicato tra il mare e l’Appennino. Un mattino di luglio Craig sale sul tetto per controllare da dove sia entrata la pioggia di un violento temporale estivo, e ci cade attraverso, quasi spezzandosi una gamba. Alla disperata ricerca di qualcuno che gli aggiusti la casa, i due vengono in contatto con Ivo Zanovelli, un costruttore che gira su una Bonneville nera e ha molte ombre nella vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...